Molto spesso, i pazienti che hanno in bocca impianti dentali non sanno realmente come tenerli in salute; la maggior parte delle persone pensa addirittura che non vadano puliti quotidianamente.

In realtà non è cosi: l’impianto dentale va trattato come un dente normale, anzi merita maggiore cura poiché è più vulnerabile ad attacchi batterici su osso e gengiva.

I rischi che si corrono se non si attua una corretta igiene intorno gli impianti, sono l’insorgenza di mucosite, un’infiammazione della gengiva marginale intorno l’impianto; o nei casi peggiori perimplantite: che comporta la distruzione dellosso che circonda limpianto dentale e che conduce poi alla perdita dello stesso; e quindi ad un vero e proprio fallimento implantare.

 

L’igiene orale domiciliare degli impianti dentali

Particolare attenzione quindi va prestata all’igiene orale domiciliare: che va eseguita coadiuvando all’azione con lo spazzolino da denti, con scovolini o superfloss: per pulire bene il margine gengivale e il solco che circonda il manufatto protesico.

Inoltre, è fondamentale per la salute degli impianti dentali e della loro longevità, effettuare richiami periodici di igiene dentale professionale. Le visite di controllo serviranno per valutare sia la stabilità dell’impianto dentale e che per eseguire una pulizia dei denti profonda: con strumenti adeguati che non danneggiano i materiali che compongono gli impianti dentali.

Durante l’igiene dentale professionale intorno agli impianti, vengono impiegati strumenti appositi, come l’ablatore piezoelettrico, dotato di particolari punte in teflon molto delicate che non graffiano il titanio; oppure punte “perio” per air-flow e curettes in materiale morbido, seguendo i protocolli di igiene dello studio.

 

 

Dott. Michelangelo Marino

Dott. Luigi Sensi, Igienista Dentale

 

igiene impianti dentali